• Home  /
  • Fuori casa   /
  • 8mmezzo: quattro livornesi alla ricerca della nostra storia
8mmezzo

8mmezzo: quattro livornesi alla ricerca della nostra storia

A Livorno è nato un progetto che si sta facendo conoscere in tutta Italia. Come spesso accade, il successo per i  nostri concittadini arriva prima da fuori piuttosto che entro i propri confini natii. Oggi vi chiedo di prendere qualche minuto del vostro tempo, leggere quello che la 8mmezzo fa e sostenerla con un semplice voto online. Non costa niente e permetterebbe a questa associazione di continuare con un lavoro di assoluto interesse storico e culturale. Buona lettura!

La 8mmezzo è un’associazione culturale che vorrebbe diventare un punto di riferimento toscano per la conservazione e la valorizzazione di un ricchissimo patrimonio audiovisivo, proveniente quasi esclusivamente da contesti non professionali. L’intenzione è di renderlo pubblico, per evitare che si disperda e che sia destinato all’oblio. Dell’archivio fanno parte i film di famiglia; i documentari e i film di finzione, spesso realizzati da abili cineamatori; le opere di cineasti sperimentali e indipendenti; i film scientifici e tanto altro.

Spesso si tratta di pellicole che mostrano la vita quotidiana delle persone e che documentano visivamente vacanze, viaggi, riti collettivi, eventi pubblici, il lavoro, il paesaggio e la trasformazione sociale ed urbana della nostra società. 
La documentazione audiovisiva inedita, privata e personale, raccolta dalla 8mmezzo costituisce dunque un ampio e prezioso giacimento visivo per la storia livornese e Toscana, un patrimonio che verrà progressivamente reso pubblico e a disposizione di tutti attraverso progetti ed iniziative di varia natura.

Il progetto è stato interamente auto prodotto dagli associati e lanciato attraverso il concorso “Scova in soffitta” nel marzo del 2015. In poco più di un anno sono pervenuti alla 8mmezzo circa 20 mila metri di pellicola e già più della metà sono stati digitalizzati gratuitamente! Anche i maggiori media nazionali si sono accorti di questa realtà: il Tg1 (qui il servizio), La Repubblica, RadioDeejay, RadioRai ed altri (sul sito www.8mmezzo.it è possibile vedere gran parte di questo materiale).

Da poco, l’idea di iscriversi ad un concorso! La 8mmezzo infatti è stata selezionata tra centinaia di progetti arrivati da tutta Italia come finalista per il concorso NatiPer. L’unica associazione in tutta la Toscana e l’unica per un progetto culturale su tutta Italia. Tra gli 8 finalisti verrà scelto un vincitore e questo riceverà un premio in denaro da investire completamente nel progetto.

Per aiutare la 8mmezzo si può votare anche tutti i giorni fino al 7 ottobre con la solita email!
Vota a questo link (è gratis e veloce):
Ci vogliono 5 secondi:
1) vai sul link
2) inserisci la tua email, conferma che non sei un robot e spunta il quadratino
3) clicca su vota
4) apri la tua email e conferma il voto sull’email che ti sarà arrivata
5) il giorno seguente puoi rivotare e non ci sarà più bisogno di confermare la tua email

L’associazione è sommersa dalle pellicole, provenienti non solo da Livorno, dove ha sede la 8mmezzo, ma anche da Pisa, Firenze, Siena, Volterra, Prato, Arezzo, Cecina, San Vincenzo, Viareggio, Massa, Carrara e da tantissime altre località del territorio toscano. Materiale interessantissimo perché spesso chi possedeva le 8mm e super8 negli anni 50/60 filmava soltanto gli avvenimenti importanti e uno di questi era il viaggio. Riprese di intere famiglie a fare picnic fuori porta, vacanze sulla spiaggia, gite allo zoo, immagini di città prima e dopo i bombardamenti, ma anche immagini inedite e particolari come quelle sull’alluvione di Firenze del 1966, vari di navi, riprese di mestieri ormai scomparsi e molto altro. Purtroppo il progetto è ancora interamente auto prodotto ed diventato difficile coprire le spese con tanta molte di lavoro e contributi. Ci sono spesso apprezzamenti dalle istituzioni, ma che si limitano purtroppo solo a questo.

Dopo l’esperienza del primo anno la selezione del materiale che viene consegnato è diventata più rigorosa. All’inizio venivano digitalizzato gratuitamente tutti i filmati in cambio dei diritti sul materiale, ma spesso era materiale “troppo privato” e quindi poco vicino allo scopo dell’associazione livornesepreservare, conservare a rendere fruibile un materiale ancora oggi poco considerato, ma fortemente vivo. Immagini in movimento di città ormai cambiate, abitudini e consuetudini superate, una consistente memoria da proteggere.

Una delle cose più emozionanti è senz’altro la restituzione del dvd con il materiale digitalizzato. Spesso le persone rivivono scene che non vedevano da decenni con protagonisti amici, familiari scomparsi, figli piccolissimi diventati ormai adulti, giovani ragazze che ormai hanno i capelli bianchi, case che non esistono più, quartieri cambiati, automobili fuori produzione o lavori ormai dimenticati. E’ un piccolissimo mondo pieno di sorprese.

La 8mmezzo è formata da:
Michele Lezza – coordinatore del progetto
Francesco Pacini – laboratorio pellicole
Sarah Bovani – gestione archivio
Giorgio Trumpy – supervisione pellicole